A15Controllo prodotti

Contributo per Controllo prodotti

ANNO DI COMPETENZA

2021

DESTINATARI SERVIZIO

Aziende

SCADENZA

30/06/2022

Contributo sulle spese sostenute nell’anno di competenza a fronte di Controlli:

A) Controlli del prodotto, dei materiali e delle attrezzature (prove, test, analisi di laboratorio, analisi salubrità, etichettatura nutrizionale, verifica marcatura CE, ecc.) effettuati da Laboratori

B) Controlli, effettuati dagli Enti autorizzati dal Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali, per il rilascio o il mantenimento delle seguenti qualifiche:

  1. Denominazione di origine DOP e IGP (regolamento CE n. CE 1151/12 o successivi) o DOC, DOCG o IGT (per le aziende vitivinicole)
  2. Specialità tradizionali garantite STG (regolamento CE n.509/06 o successivi)
  3. Metodo di produzione biologico (regolamento CE 834/2007 o successivi)
  4. Altro Disciplinare esistente e riconosciuto dal Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali

Requisiti
Sono escluse quote associative.
L’anno di competenza delle spese sostenute è l’anno di emissione fattura.
E’ indispensabile che per ogni contributo richiesto venga predisposta una sola domanda compilando il relativo riquadro.
Il contributo è calcolato sui costi al netto di Iva.

EBAV potrà richiedere, direttamente ed a proprio carico, ad uno dei Centri specializzati individuati dalla Regione Veneto (L.R. 3/97) l’attestazione di conformità.

REQUISITI DI CATEGORIA

Categoria Contributo Requisiti
MetalmeccaniciOrafiOdontotecniciTessilePulitintolavanderieOcchialiChimicaVetroCeramicaConciaAlimentaristiPanificatoriLegnoComunicazioneAcconciatura-EsteticaImprese pulizie

50% dei costi sostenuti

Massimo erogabile per azienda:
€ 1.000 annualmente

Trasporto merci

50% dei costi sostenuti

Massimo erogabile per azienda:
€ 2.000 annualmente


TEMPISTICA E MODALITÀ DI PAGAMENTO

I contributi vengono erogati normalmente entro tre mesi dalla data scadenza servizio tramite accredito su c/c intestato (o co-intestato) al soggetto richiedente il Servizio Ebav (NB: non sono ammessi pagamenti su c/c intestati a persona diversa dal soggetto richiedente il contributo). La mancanza di dichiarazione IBAN, l’assenza di documentazione o di altri requisiti richiesti, possono determinare la mancata erogazione nei tempi previsti.
Ebav potrà erogare il contributo richiesto esclusivamente fino al permanere della capienza dei fondi e/o delle risorse economiche dedicate al servizio, oggetto della richiesta del contributo stesso.

TRATTAMENTO FISCALE

Il contributo sarà soggetto alle trattenute fiscali di legge in vigore nell’anno di erogazione dello stesso in quanto ricavo d’esercizio o plusvalenza patrimoniale (aliquota attuale: 4%).
Il “Certificato delle ritenute sui contributi degli enti pubblici e privati” cumulativo verrà inviato al percipiente entro i termini di legge (attualmente il 28 febbraio dell’anno successivo al pagamento).
Per maggiori info, consultare la tabella “Trattamento fiscale Servizi Ebav” presente nella sezione Guida ai servizi.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

  • copia fatture quietanzate dalla quale si evinca chiaramente il tipo si spesa sostenuta
  • Convenzione dell’intermediario con laboratorio accreditato
    (Solo punto A – in caso di fattura non emessa da laboratorio ma da intermediario)

DOWNLOAD MODULISTICA