A36Caro Energia aziende

Contributo straordinario per “Caro energia” a favore delle aziende artigiane

ANNO DI COMPETENZA

2022

DESTINATARI SERVIZIO

Aziende

SCADENZA

31/01/2023

Contributo straordinario “una tantum” per fronteggiare il “Caro Energia” in bolletta a favore delle aziende artigiane aderenti a Ebav.

Specifiche

Contributo a graduatoria basata sul maggior incremento percentuale del costo della “Spesa per la materia prima energia elettrica”, derivante dal raffronto di tale consumo energetico nella bolletta del mese di competenza Ottobre 2019 con quello nella bolletta del mese di competenza Ottobre 2022.
Non saranno considerate le domande il cui incremento di costo assoluto sia pari o inferiore a € 300.

Nel caso un’azienda detenga più POD, ovvero punti di fornitura nell’ambito della Regione Veneto, dovrà essere presentata un’unica domanda con la somma totale del costo materia prima.
Le domande delle imprese non in regola con i versamenti EBAV saranno escluse dalla graduatoria.
I contributi saranno erogati fino a capienza delle risorse disponibili.
I mesi di Ottobre 2019 e 2022, sono mesi di competenza del consumo energetico, non la data di emissione della bolletta.
Nel caso in cui nelle bollette fosse indicato, al posto della voce “Spesa per la materia prima energia elettrica”, la voce “Servizi di vendita”, quest’ultima voce può essere considerata valida, ed equivalente, ai fini della richiesta/calcolo per l’accesso al contributo A36.

Presentazione
La domanda di contributo va consegnata agli Sportelli Ebav presso le Organizzazioni Artigiane.


CONTRIBUTO

€400 una tantum

TEMPISTICA E MODALITÀ DI PAGAMENTO

I contributi vengono erogati normalmente entro tre mesi dalla data scadenza servizio tramite accredito su c/c intestato (o co-intestato) al soggetto richiedente il Servizio Ebav (NB: non sono ammessi pagamenti su c/c intestati a persona diversa dal soggetto richiedente il contributo). La mancanza di dichiarazione IBAN, l’assenza di documentazione o di altri requisiti richiesti, possono determinare la mancata erogazione nei tempi previsti.
Ebav potrà erogare il contributo richiesto esclusivamente fino al permanere della capienza dei fondi e/o delle risorse economiche dedicate al servizio, oggetto della richiesta del contributo stesso.

TRATTAMENTO FISCALE

Il contributo sarà soggetto alle trattenute fiscali di legge in vigore nell’anno di erogazione dello stesso in quanto ricavo d’esercizio o plusvalenza patrimoniale (aliquota attuale: 4%).
Il “Certificato delle ritenute sui contributi degli enti pubblici e privati” cumulativo verrà inviato al percipiente entro i termini di legge (attualmente il 28 febbraio dell’anno successivo al pagamento).
Per maggiori info, consultare la tabella “Trattamento fiscale Servizi Ebav” presente nella sezione Guida ai servizi.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

  • Copia della/e bolletta/e spesa elettrica del mese di Ottobre 2019
  • Copia della/e bolletta/e spesa elettrica del mese di Ottobre 2022

DOWNLOAD MODULISTICA